Home NotizieBrawl Stars [Stinko] Guida ai meta e al competitive di Brawl Stars

[Stinko] Guida ai meta e al competitive di Brawl Stars

da Sparx
Pubblicato: Ultimo aggiornamento
[Stinko] Guida ai meta e al competitive di Brawl Stars

[Stinko] Guida ai meta e al competitive di Brawl Stars

Brawl stars ha ormai raggiunto buoni traguardi con le competizioni: ecco una guida per scoprire i brawler meta e il mondo competitive.

Questa è la prima di una serie di guide pubblicate dai nostri lettori, che hanno dedicato del tempo prezioso per scrivere le loro idee su un sito importante come Brawl Stars Italia ed eSports Mobile. Vuoi scrivere anche tu un articolo su questo sito? Scopri come fare: Scrivi un articolo per eSports Mobile insieme a Sparx

Nell’agosto del 2019 la Supercell annunciò pubblicamente l’arrivo della “World Championship”, un campionato mondiale aperto a tutti, con un’età minima di 16 anni. La Championship vera e propria ha inizio nel 2020 con un evento in-game che consiste nel vincere 15 partite (3 per modalità) con un massimo di 3 sconfitte (poi cambiate in 4 a causa delle lamentele da parte dei giocatori).

Così si inizia ad aprire il mondo del competitive di brawl stars, con attualmente ben 38 brawler ognuno con le proprie abilità, con le proprie skill e con i propri pro e contro. Il competitive inizia a far analizzare i brawler dai partecipanti ai tornei categorizzando i più adatti in META brawler.

I meta cambiano di bilanciamento in bilanciamento, di livello in livello e di modalità in modalità proprio per i propri vantaggi, un esempio di questi è Gelindo, un brawler che al rilascio sparava i colpi in un’area molto larga, permettendo di fare solo pochi danni.

Leggi anche Nuovo Gadget di Penny “Bussola del Capitano” su Brawl Stars

Così la Supercell ha deciso di potenziare il brawler restringendo la larghezza del colpo, permettendo di fare alti danni da medie/lunghe distanze e di aumentare la spinta della super, rendendo Gelindo un META BRAWLER.

Come possiamo capire dall’esempio, un meta brawler è un brawler pieno di potenziale, in grado di mantenere la propria posizione grazie a tre fattori base: VITA, ATTACCO e CONTROLLO CAMPO (quest’ultimo dovuto anche ai primi due), infatti nel competitive sono alla base di tutto il controllo campo e la pressione.

Avere un buon controllo campo vuol dire arrivare subito alle 10 gemme, prendere subito la palla, fare grandi danni alla cassaforte, garantendosi una vittoria basata non sulla fortuna, ma sul gioco di squadra e sulle comp usate, ovvero i brawler più adatti in quella specifica mappa e/o modalità.

 


Che ne pensate di questa notizia di Stinko? Mi raccomando inserite almeno 5 stelle qui sotto e ISCRIVETEVI al mio canale Youtube e non dimenticate di venire a commentare nel nostro Forum di Brawl Stars, per confrontare le vostre idee con altri giocatori o trovare nuovi amici su eSports Mobile.

Grazie per aver letto e attiva le notifiche di eSports Mobile in modo da poter rimanere aggiornato con le ultime notizie, suggerimenti, guide e altro sul Mobile Gaming Competitive!